painter, sculpture, writer, lawyer. born in Florence in 1970

Giovambattista Giannangeli, in arte Giambaccio, è nato a firenze nel 1970.  Nel corso dell’esistenza è passato dai più umili mestieri alla più distinta delle professioni: quella di avvocato, che ha esercitato dal 2000 al 2018.  E’ nel corso della professione forense che ha cominciato a dedicarsi intensamente alla pittura e alla scultura, fino a riconoscere  definitivamente nel 2017 che l’arte era la forma di vita a lui più congeniale  e gratificante.  Ha esposto in bar, ristoranti, appartamenti privati, musei, fondazioni, gallerie, spazi pubblici, giardini privati; lavora per progetti indipendenti e per committenti privati, ha sviluppato e realizzato opere con implicazioni sociali, ha partecipato a Biennali d’arte e tenuto lezioni in università;  ha affrescato, decorato e realizzato installazioni scultoree per appartamenti, ristoranti, negozi di moda e diocesi. Tra le sue performace si ricorda: The Seven Junk Gang, 2010, Fabbrica Europa; I Ritrattati, 2014, Museo Bellini; Human’s 100%, 2017, Galleria del Palazzo, Fondazione Coveri;  Etuvedrai, Biennale d’Arte Manifesta 2018, Palazzo Darà, Palermo.  Di recente si è dedicato alla street art e ha  affrescato i Piloni del Viadotto all’Indiano e la diocesi di Danisinni, Palermo.  Tra i suoi collezionisti si annoverano Mick Jagger e la famiglia Aranult.

Schermata 2019-02-03 alle 14.06.22.png

for enquiries  please write to  giambaccio@icloud.com